menu

+39 0422 725466

info@gesasrl.eu

News fiscali

Raccolta dati per la compilazione della Dichiarazione IVA 2015

pubblicato in Fiscal News da

Gentile Cliente,

la presente per comunicarLe che Lo Studio è a disposizione per la compilazione e l’invio telematico della Dichiarazione IVA 2015.

La presentazione del Modello in via autonoma può essere effettuata a partire dal 28.02.2015, se vuole utilizzare l’eventuale credito IVA scaturente a partire dal 16.03.2015.

Il credito IVA maturato al 31 dicembre 2014 in realtà può essere utilizzato in compensazione con altre imposte e contributi (compensazione orizzontale o esterna“), già a decorrere dalla scadenza del 16 gennaio 2015 (codice tributo 6099 – anno di riferimento 2014), ma solo fino al limite massimo di 5.000 euro.

L’eventuale credito eccedente i 5.000 euro potrà invece essere utilizzato a partire dal giorno 16 del mese successivo a quello di presentazione della Dichiarazione annuale IVA (quindi, per esempio, dal 16 marzo 2015 in caso di dichiarazione annuale IVA presentata entro febbraio 2015).

Al fine di provvedere agli opportuni adempimenti, Vi chiediamo di predisporre e trasmettere allo Studio, anche in via telematica, la documentazione necessaria al più presto e comunque entro il giorno xx febbraio 2014.

L’utilizzo della check-list di seguito riportata, può costituire un utile supporto per raccogliere e archiviare il fascicolo della documentazione, propedeutico alla predisposizione della dichiarazione annuale Iva o del fascicolo Iva da includere in Unico.

Modalità di presentazione

Si ricorda che il Modello può essere inviato dal 28 febbraio 2015 in forma autonoma e dal 1° maggio 2015 in via unificata, cioè allegandolo a Unico.

I soggetti che maturano un saldo IVA a debito in dichiarazione, sono obbligati a presentare la Dichiarazione IVA, se optano per la modalità in forma autonoma, entro il 28 febbraio 2015, in quanto il versamento del saldo IVA va effettuato entro il 16.03.2015.

Il versamento

I soggetti che compilano la Dichiarazione IVA in via autonoma effettuano il versamento dell’eventuale saldo IVA a debito entro il 16 marzo 2015.

I soggetti che presentano la Dichiarazione IVA unificata con Unico, possono scegliere di effettuare il versamento:

  • entro il 16.03.2015 senza maggiorazioni;
  • entro il termine di versamento delle imposte in Unico, con la maggiorazione dello 0,40% per mese o frazione.

Documenti necessari (contabilità esterne)

Elenchiamo di seguito la documentazione da raccogliere per la predisposizione del Modello:

  1. stampe della Liquidazione annuale IVA e relative liquidazioni periodiche anno 2014;
  2. stampa dei totali acquisti/vendite/corrispettivi dell’anno 2014, con gli imponibili distinti per aliquota;
  3. copia dei modelli F24 di versamento Iva (anche con Iva eventualmente compensata);
  4. in caso di credito Iva utilizzato in compensazione, copia del prospetto riepilogativo con il relativo utilizzo;
  5. copia della documentazione di eventuali crediti IVA chiesti a rimborso o compensati nel periodo (rimborsi infrannuali);
  6. copia dei modelli INTRA presentati (solo frontespizio) ed eventuale prospetto di raccordo in presenza di discordanze con la contabilità;
  7. suddivisione delle cessioni intracomunitarie tra cessioni di beni e prestazioni di servizi;
  8. prestazioni di servizi: ammontare delle prestazioni di servizio generiche, non soggette ad Iva ai sensi del nuovo art. 7-ter, rese nei confronti di soggetti passivi Ue;
  9. bolle doganali di acquisto: totale operazioni 2014 distinto tra imponibile e Iva applicata;
  10. operazioni con San Marino: totale operazioni 2014 distinto tra imponibile e Iva applicata;
  11. autofatture: totale importi delle operazioni distinto tra emessi e ricevuti (indicando imponibile, IVA e relativa aliquota applicata);
  12. plafond: copia delle annotazioni relative all’utilizzo del plafond, relativamente alle operazioni di acquisto “non imponibile art. 8/c”;
  13. cellulari: dettaglio dei costi di acquisto e manutenzioni o altri costi relativi, solo nei casi di detrazione Iva superiore al 50%, distinguendo imponibile e imposta;
  14. copia del bilancio provvisorio al 31/12/2014, allegando le schede contabili di Erario c/IVA e IVA in compensazione, acquisti/vendite cespiti, canoni di leasing, canoni di locazione, noleggio, acquisti di beni destinati alla rivendita;
  15. documentazione relativa ai versamenti d’imposta a seguito di eventuale ravvedimento operoso, suddividendo gli importi tra imposta, interessi e sanzioni.
03 Mar 2015

news posts