menu

+39 0422 725466

info@gesasrl.eu

News fiscali

Bonus bebè 2018

pubblicato in Fiscal News da

 

L’INPS, con la circolare n. 50 del 19 marzo 2018, ha fornito le modalità e riepilogato i requisiti per il riconoscimento del bonus bebè per i bambini nati o adottati tra l’1 gennaio e il 31 dicembre 2018. Va tenuto presente, al riguardo, che la durata dell’assegno di natalità è stata ridotta da tre a un anno per i diritti sorti nel 2018. Permangono le vecchie regole in caso di richieste presentate quest’anno ma con riferimento ad eventi accaduti nel 2017.

PER I BAMBINI NATI/ADOTTATI DAL 1° GENNAIO 2018: CAMBIO REGOLE MODIFICA ASSEGNO DI NATALITÀ

  • DURATA ASSEGNO RIDOTTA DA TRE AD UN ANNO
  • VECCHIE REGOLE PER I NATI NEL 2017

CIRCOLARE INPS N. 50 DEL 19 MARZO 2018: HA FORNITO LE MODALITÀ E RIEPILOGATO I REQUISITI.

Chi può richiederlo

Il bonus bebè può essere richiesto dai cittadini italiani o stranieri residenti in Italia e conviventi con il minore e con un ISEE minorenni inferiore a 25.000 euro. I soggetti extra UE devono essere in possesso di:

  • carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione europea (italiano o comunitario) non avente la cittadinanza di uno Stato membro;
  • carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato Membro.

Quanto spetta

L’importo erogato a titolo di assegno natalità è pari a:

  • 960 euro (80 euro mensili), se il valore dell’ISEE minorenni va dai 7.000 ai 25.000 euro annui;
  • 1.920 euro (160 euro mensili), se il valore dell’ISEE minorenni non supera i 7.000 euro annui.

L’assegno di natalità non concorre alla formazione del reddito complessivo ed è esente da ogni imposizione fiscale.

Bonus bebè 2018 Importo/durata
Famiglie con ISEE fino a 25.000 euro Bonus bebè da 80 euro al mese per 12 mesi
Famiglie con ISEE fino a 7.000 euro Bonus bebè da 160 euro al mese per 12 mesi

Come fare domanda

La domanda di assegno deve essere presentata con il modello SR163 entro 90 giorni dalla nascita (o dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare):

  • attraverso la funzione “gestione allegati” della procedura telematica;
  • tramite PEC;
  • tramite posta elettronica ordinaria, allegando la copia di un documento d’identità in corso di validità;
  • a mano o spedito in originale alla Struttura INPS territorialmente competente, con allegata copia del documento di identità del richiedente in corso di validità.

In caso di parto gemellare o adozione plurima, occorre presentare un’autonoma domanda per ogni figlio nato o adottato.

Il modulo per presentare la domanda bonus bebè all’Inps è reperibile seguendo il seguente percorso: -> Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN -> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito-> Assegno di natalità – Bonus bebè.

28 Mag 2018

news posts